Ritorna alla pagina principale I diritti dei bambini AMNESTY INTERNATIONAL

If by Rudyard Kipling

Questa la versione presente su Nenanet dalle origini del sito. Non una vera e propria traduzione della poesia di Kipling ma piuttosto una elaborazione di quel testo.


LETTERA AD UN FIGLIO

di

Rudyard Kipling

 

Se puoi vedere distrutto il lavoro di tutta la tua vita
e senza dire una parola ricominciare,
se puoi perdere i guadagni di cento partite
senza un gesto e senza un sospiro di rammarico,
se puoi essere un amante perfetto
senza che l'amore ti renda pazzo,
se puoi essere forte senza cessare di essere tenero
e sentendoti odiato non odiare, pure lottando e difendendoti.

Se tu sai meditare, osservare, conoscere,
senza essere uno scettico o un demolitore,
sognare senza che il sogno diventi il tuo padrone,
pensare senza essere soltanto un pensatore,
se puoi essere duro senza sentire collera,
se puoi essere sempre coraggioso e mai imprudente,
se tu sai essere buono e saggio
senza diventare n moralista, n pedante.

Se puoi incontrare il Trionfo e la Disfatta
e ricevere i due mentitori con fronte eguale,
se puoi conservare il tuo coraggio e il tuo sangue freddo
quando tutti lo perdono.

Allora i Re, gli Dei, la Fortuna e la Vittoria
saranno per sempre tuoi sommessi schiavi
e, ci che vale meglio dei Re e della Gloria,
Tu sarai un uomo.

 


Ritorna alla pagina principale